010 30 11 59
Ventoooooooo
010 30 11 59

RACCOMANDAZIONI IN MARE

  • Se vi trovate in condizioni di difficoltà, non esitate a chiedere aiuto immediatamente, portare un cellulare con sè col numero del circolo già memorizzato (010 3011159) è una scelta semplice che può togliervi subito dai problemi.
  • Dopo aver avvisato, aspettate il gommone a cavalcioni della tavola (non immersi in acqua, sareste poco visibili), in ogni caso non abbandonate MAI l'attrezzatura.
  • MAI smontare la vela dalla tavola (sareste completamente alla deriva!).
  • MAI pensare di tornare nuotando sdraiati sulla tavola senza vela e controvento (nemmeno con 15 nodi di aria, non terreste nemmeno la posizione neanche foste agonisti di nuoto).
  • MAI abbandonare tavola e vela pensando di tornare a nuoto controvento.
  • SEMPRE chiedere consiglio prima di partire e non sopravvalutare le proprie capacità.

Voltri: lo spot

Lo spot è a 5 minuti dal casello di Genova-Voltri, direzione ponente. Ampio parcheggio e tutti i servizi presso il Tramontana Wind Club. Vento da terra.
Se vivete o vi trovate nel nord Italia d’inverno, potete sfruttare la zona di Genova come spot da slalom o freestyle.
Nonostante la mancanza di vento nei mesi estivi, il golfo di Genova è un valore sicuro da ottobre a marzo. Come risulta anche dalle statistiche di windfinder.com a Genova a partire da ottobre la probabilità di vento superiore a forza 4 è pari al 40%-50% fino a marzo. La direzione del vento è Nord-Nord Est, quindi vento da terra, ottimo per uscite con lo slalom o con il freestyle. Genova è tra l’altro un’isola felice nel nord Italia per le sue temperature miti anche nei mesi invernali.

ZONE DI RIFERIMENTO

VOLTRI

Il vento da Nord

Hate or Love, Voltri e' uno spot difficile, il vento di tramontana e' completamente OFF Shore, ovvero completamente da terra.
A voltri il vento da Nord può essere o Grecale o Tramontana; dalle mappe delle previsioni (windfinder, lamma, etc) si può vedere facilmente la differenza tra i due venti, il grecale abbraccia tutta la costa ovest della Liguria attivando anche altri spot come Arenzano o Albenga, la Tramontana invece soffia dritta verso il largo e già oltre Capo Noli tende nelle mappe a staccarsi dalla costa.
Il Grecale a Voltri è un vento infido, con brevi raffiche che cambiano direzione continuamente, costringendo continui cambi di assetto nell’andatura, è un vento per surfisti esperti, non solo capaci di planata con i piedi nelle straps e partenza dall’acqua ma già con una rispettabile esperienza di navigazione “marina”.
Per avere le condizioni ottimali di tramontana (4.7 - 5.3) non devono essere previsti più di 20 nodi di tramontana, l’accelerazione che il vento prende nella gola del passo del Turchino infatti incrementa notevolmente l’intensità del vento.
Già con 15 nodi previsti si plana con le 5.0, spesso fino a mezzogiorno se si è fortunati anche al pomeriggio.
Con previsioni 25 e passa nodi, la famosa bolla rossa delle mappe, lo spot diventa impegnativo in quanto il vento tende a stendersi molto più al largo del normale, creando una zona di bonaccia di vento grecato sottoriva e al largo la buriana con i mulinelli.
Stesse condizioni de si trovano quando il maestrale è ancora attivo nel golfo del Leone, e il nord è entrato ma come grecale con i mulinelli.

Per capire subito che vento soffia a Voltri basta accendere la televisione e andare alla pagina 704 di televideo, aggiornamento orario e prima rilevazione alle 6:30.
Se a Genova segna più di 13 14 nodi NE si plana, Se ci sono 10 11 nodi è a rischio, 8 ENE è la bavetta del mattino che fa anche ad Agosto. Ma se il vento è più forte su Capo Mele (Andora), tipo 20-30 NE allora è grecale.
Se Genova segna più di 15 da ESE o da SE è scirocco planante
Se Capo Mele segna più di 25 nodi da SW allora scappate ad Andora, è entrato il Libeccio

La partenza dalla spiaggia avviene in zona 'sottovento' per cui può succedere di scarrocciare con il vento di poppa per poter raggiungere le prime effettive raffiche.
Una volta fuori di un centinaio di metri il vento aumenta esponenzialmente.
Molto rapidamente la stessa vela che pochi secondi prima serviva al solo scarroccio può diventare ingestibile.
Per il rientro e' necessario chiudere stretto di bolina e talora, per lo stesso effetto
ombra pagato in uscita, l'ultimo tratto si resta a 'mollo' senza piu' una bava di vento.
Un’altra caratteristica della tramontana è quello di mollare a mezzogiorno, di “riposarsi” per un’ora circa e poi se il “Gaigo”, la nuvoletta che spunta addossata ai monti non si dissolve, di ricominciare a pompare ancora più forte; è in questa condizione che normalmente il principiante si fa cogliere alla sprovvista: dopo aver aspettato tutta la mattina che il vento calasse è uscito con una 6 metri che dopo 5 bordi è diventata enorme!
In condizioni ottimali Voltri è uno spot godibilissimo per l’acqua piatta.. gli slalomari potranno battere il loro record con il GPS e freestyler troveranno la palestra perfetta per ogni trick.
D’estate per prendere bene la poca tramontana bisogna essere sullo spot all’alba, il vento è forte fino alle 10, quando il caldo la spegne.

NOTE SULLA SICUREZZA IN MARE

Lo spot e' posizionato davanti alla diga foranea, punto di ingresso dei cargo commerciali, non e' pertanto consigliato lasciarsi lascare troppo, sia perché il vento potrebbe aumentare troppo rendendo difficile il rientro sia perché in caso di intralcio alla navigazione la capitaneria di porto potrebbe intervenire.
Le navi container sono enormi e hanno spazi di manovra di chilometri, non possono fermarsi ne cambiare rotta, ne ovviamente scansarvi.. quando navigate a voltri buttate sempre un occhio alla banchina del porto se qualche nave ha lasciato l’ormeggio o se una pilotina si avvicina a una nave al largo, segno che la nave stà per entrare.
A volte può succedere che una nave esca dal porto contemporaneamente ad una che entri, in questo caso la nave che sta entrando si avvicina notevolmente alla costa.
Non uscite mai più al largo della diga foranea e mai da soli, evitate di surfare all’imboccatura del porto, è pericoloso ed è contro il codice della navigazione.

Valutare attentamente le condizioni considerando sempre il fattore di aumento esponenziale verso il largo, nel dubbio confrontarsi con i local.
Non uscire mai con tavolette wave, al minimo 90 litri, il vento può mollare rapidamente
In condizioni di vento forte (pecorelle bianche al largo, surfisti che armano le vele urlando) uscire soltanto se in grado di effettuare la partenza dall’acqua e la bolina piedi negli straps, ad ogni modo con la stessa velatura dei local; se recuperate la vela e non planate ancora bene aspettate che il vento molli nel pomeriggio ed ad ogni modo state vicino a riva e navigate nel settore ovest del golfo, lontano dal porto.
Il centro offre comunque il supporto chi è in difficoltà, non esitare ad avvertire in caso di bisogno
Nel caso di persona in acqua verificare sempre la necessità di aiuto (anche se non espressamente richiesta)
Se decidete di uscire in mare ma un local ve lo sconsiglia, ascoltatelo, vi ha già visto da lontano che vi ritroverete in difficoltà.

Ad ogni modo e per ogni spot
Non uscire mai con materiale vecchio o logorato
Portare sempre una cimetta in più arrotolata al gancio del trapezio, lunga almeno come quella del piede d’albero ( a Voltri c’è chi si porta anche un piedino di scorta legato al trapezio), se rompete la cima della bugna o della maniglia potete in pochi minuti rimediare.
Uscire in compagnia tenendosi sempre d'occhio.
Il windsurf è uno sport che può diventare estremo quando le condizioni sono oltre le vostre capacità.. valutate attentamente entrambe.

ALTRI VENTI

Lo scirocco
Vento di perturbazione per eccellenza, a voltri offre condizioni di choppo divertenti per saltare alternative al piatto della tramontana.
È un vento primaverile legato alle perturbazioni atlantiche e anticipa di un giorno o due il libeccio.
Soffia da sinistra guardando il mare on direzione side on (mezzo da mare), alzando quando è forte una buona risacca. Raramente è da 4.5, più spesso da tavola grossa e da 6.

Il Ponente Termico
Solo di primavera e spesso solo se avete la vela già armata, soffia quando la tramontana del mattino muore e la temperatura sale, se non si mette scirocco, se non si annuvola, se non scorreggiate troppo forte, etc, etc